lunedì 29 settembre 2008

Ah, l'Italia...

Pensare che sarebbe un paese proprio bello per viverci.
Bel clima, cultura straripante, storia in ogni briciolo di polvere, arte dietro ogni angolo.
E noi la violentiamo continuamente, o alla meglio permettiamo continuamente che qualcuno autorizzato dalla nostra consapevole o inconsapevole delega in bianco la violenti al posto nostro.
E ci rimettiamo tutti, ma proprio tutti.
Compresi quelli che le schifezze non le vedono perchè hanno soldi a sufficienza per poter guardare altrove;
Compresi quelli che le schifezze non le vedono perchè dai vetri scuri delle loro auto non filtra nulla;
Compresi quelli che le schifezze non le vedono perchè nei canali tv che guardano loro non ci sono;
Compresi quelli che appena possono saltano su un aereo e si vanno a ficcare in un villaggio turistico in capo al mondo ma con cucina italiana, personale italiano, capovillaggio italiano e cancelli chiusi, che fuori c'è un mondo diverso dal nostro ma a noi che ci frega;
Compresi quelli che il mio giardino è molto curato, ho fiori bellissimi e prato all'inglese, e tutto è pulito e tutto è ordinato come i perfetti mattoni del muro che mi isola dal di fuori;
Compresi quelli che hanno perso il gusto di sapere chi è il vicino di casa, il gusto di suonare il campanello una tiepida domenica mattina per chiedere scusi, che ce l'ha un po' di zucchero che son rimasto senza;
Compresi quelli che si indignano;
Compresi quelli che tanto alla fine han ragione sempre loro;
Compresi quelli che non si può più andare avanti così eh;
Compresi quelli che meno male che c'è la partita in tv;
Compresi quelli che scrivono su un blog...

Ieri a Dalmine, mio secondo luogo di vita, c'era la festa delle associazioni.
Mi ha messo allegria ed ottimismo vedere quanta gente si da da fare per portare avanti un progetto, un'idea, una passione, un bisogno.
Mi ha commosso sapere che c'è ancora chi crede con forza in qualche cosa.

Si raccoglievano anche firme affinchè non sia realizzata la terza linea di incenerimento rifiuti della Rea (gruppo green holding) di Dalmine. La giunta comunale si è già espressa negativamente, ma è necessario tenere alta la soglia di attenzione.
Alcuni cittadini prima di firmare chiedevano se dietro al comitato spontaneo ci fosse qualche partito o schieramento politico, poi rassicurati dalla risposta negativa firmavano.
Probabilmente questa informazione è ritenuta importante. Probabilmente l'appartenenza politica non è più sentita come un sigillo di garanzia, anzi.
Probabilmente torna ad essere importante l'idea che proponi, non all'ombra di quale bandiera lo fai. Lo interpreto come una bella notizia.

Ah, dimenticavo, ovviamente ho firmato, con ben impressa nella memoria la faccia sorridente di Veronesi che da Fazio chiudendo a cerchio pollice e indice rispondeva "ZERO" alla domanda sulle emissioni dei termovalorizzatori.

OFF TOPIC: PRONTI AL CONSIGLIO DEI MINISTRI A BORDO DI UN MD80?

1 commento:

Pape Satan Aleppe ha detto...

Ah, Franco.
Figurati che anche i consiglieri della Lega sono contrari ... solo perchè vien roba da Napoli, oppure perchè fa male a prescindere?